L’agevolazione finanzia la creazione e la gestione di progetti di commercio elettronico in Paesi extra UE, sia realizzati su piattaforma propria che su marketplace.

Beneficiari

La misura è destinata a tutte le imprese, costituite sotto forma di società di capitali, che abbiano depositato almeno due bilanci.

Interventi ammissibili

Risultano agevolate le spese per la creazione, lo sviluppo, la gestione, il funzionamento, la promozione e la formazione relative alla piattaforma di proprietà dell’azienda o al punto vendita virtuale creato su marketplace. Gli e-commerce devono essere attivi e garantire la possibilità di effettuare e consegnare ordini in Paesi extra UE.

Le spese sono ammesse se effettuate a partire dalla data della domanda ed entro i 12 mesi successivi alla concessione del finanziamento.

Misura dell'agevolazione

L’agevolazione consiste in un finanziamento a tasso agevolato, da restituire in 4 anni, compreso 1 anno di preammortamento; il tasso è pari allo 0,055% annuo.

Oltre al finanziamento si può richiedere un contributo a fondo perduto pari al 25% delle spese complessive.

L’intervento ammette spese minime pari a 25.000 euro e massime di 450.000 euro per e-commerce creati su piattaforma propria e di 300.000 euro se creati su marketplace. Inoltre, si possono rendicontare spese nel limite del 15% dei ricavi medi ultimi 2 esercizi.

Le agevolazioni sono concesse in regime di Temporary Framework.

Presentazione della domanda

La domanda deve essere presentata in forma telematica a partire dal 28 ottobre 2021; la disponibilità di risorse fa sì che sia necessario predisporre la domanda per il giorno dell’invio.