La Regione intende valorizzare le aziende manifatturiere e dell’artigianato, finanziando progetti volti a ammodernare i macchinari e gli impianti, introdurre innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo, accompagnare i processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale. Saranno privilegiati gli investimenti relativi al modello Industria 4.0.

Sono previsti due sportelli in base al tipo di intervento, con scadenze scaglionate:

  • Sportello A: acquisti rispondenti al modello c.d. “Industria 4.0”: presentazione dal 9 luglio al 16/07
  • Sportello B: acquisti non rispondenti al modello “Industria 4.0”: presentazione dal 18 luglio al 25/07.

La dotazione finanziaria è di € 8.000.000 ciascuno.

Beneficiari

Piccole e medie imprese del settore manifatturiero con sede operativa in Veneto esistente o da individuare. Le aziende devono esercitare un’attività classificata con codice ATECO primario e/o secondario nei seguenti settori: C (Manifatturiero), E (Fornitura di acqua), F (Costruzioni), G (Riparazione di autoveicoli e motocicli), H (Trasporto e magazzinaggio), I (ristorazione mobile), J (informatica e comunicazione), M (attività professionali) N (servizi di supporto alle imprese e edifici), Q (Sanità e assistenza sociale), S (altre attività di servizi).

Costi ammissibili

Sono ammissibili le seguenti spese:

  1. macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale nuovi di fabbrica. Sono compresi autoveicoli ad uso speciale.
  2. software, brevetti, know-how (massimo 50% delle spese della lettera a) e max € 100.000)
  3. consulenze specialistiche (es. logistica, marketing, contrattualistica, tecnologica, manageriale, percorsi di eco-innovazione ecc). (Massimo 20% delle spese della lettera a) e max € 5.000)
  4. spese per il rilascio delle certificazioni di sistemi di gestione e processi di valutazione (life-cycle-assessment) in conformità alle norme UNI EN ISO 14001 e/o EMAS III
  5. spese di fidejussione.

Le spese devono essere sostenute e pagate interamente tra il 9 luglio 2019 e il 4 maggio 2021.

Intensità dell'aiuto

Viene concesso un contributo a fondo perduto pari al 30% della spesa, con un contributo massimo di 150.000 €. Le spese devono essere superiori a 60.000 €.

È possibile richiedere un anticipo sul contributo ottenuto. Il beneficio è erogato in regime de minimis.

Presentazione della domanda

La domanda viene presentata tramite la piattaforma informatica SIU.

La valutazione delle domande avverrà in base all’ordine cronologico di presentazione.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti per le sue funzionalità. Se vuoi saperne di più clicca qui Cookie Policy. Cliccando "Ok" su questo banner acconsenti all'uso dei cookie, per negare il consenso a tutti non necessari clicca su "Solo cookie tecnici".

Impostazioni Cookie

Scegli a quali categorie di cookie dare il consenso. Clicca su "Salva impostazioni cookie" per confermare la tua scelta. Per un maggiore dettaglio sulle singole categorie vai alla pagina Cookie Policy.

Funzionali

Analitici

Social media

Marketing

Altri

Impostazioni Cookie

Scegli a quali categorie di cookie dare il consenso. Clicca su "Salva impostazioni cookie" per confermare la tua scelta. Per un maggiore dettaglio sulle singole categorie vai alla pagina Cookie Policy.

Funzionali

Analitici

Social media

Marketing

Altri


WeePie Cookie Allow close popup modal icon