Dal 3 giugno i nuovi contributi SIMEST: approvato il Decreto Sostegni bis

Con l’approvazione del Decreto Sostegni bis il Parlamento ha varato una serie di agevolazioni per aziende e contribuenti. Tra queste, una delle più attese, è quella relativa alle agevolazioni gestite da SIMEST per le iniziative di internazionalizzazione. A partire dal prossimo 3 giugno sarà possibile chiedere un contributo a tasso agevolato, pari allo 0,055% annuo, a fronte di iniziative di internazionalizzazione per:

  • Patrimonializzazione delle imprese esportatrici, con fatturato estero superiore al 20% del totale
  • Studi di fattibilità, per l’analisi del mercato e delle prospettive commerciali per l’impresa
  • Programmi di inserimento nei mercati extra Ue, volte ad assicurare in prospettiva la presenza stabile di strutture commerciali nel mercato di riferimento. Le strutture possono essere costituite da un ufficio, uno showroom, un negozio o un corner
  • Interventi di finanziamento agevolato per migliorare la solidità patrimoniale, volti a stimolare, migliorare e salvaguardare la solidità patrimoniale delle imprese per accrescere la loro capacità di competere sui mercati esteri
  •  Partecipazione a fiere. Ogni domanda di finanziamento può riguardare una singola iniziativa in un unico Paese
  • E – commerce attraverso l’utilizzo di un Market place o la realizzazione/implementazione di una piattaforma informatica propria. I progetti devono riguardare beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano
  • Inserimento temporaneo in azienda di un Temporary Export Manager qualificato

Oltre al contributo a tasso agevolato è previsto un contributo pari al 25% dell’importo complessivo, riservato a specifiche iniziative rivolte all’export verso paesi target, da individuare con specifica normativa in via di definizione. Tale contributo a fondo perduto non è previsto per la misura di patrimonializzazione delle imprese.

Il Decreto Sostegni bis ha stanziato 1,2 miliardi di euro per la quota di finanziamento agevolato e 400 milioni di euro per la quota a fondo perduto.

L’apertura dei termini del 3 giugno vedrà un’importante numero di aziende in competizione per i fondi, contattataci per essere pronto a cogliere questa opportunità!

Dal 3 giugno i nuovi contributi SIMEST: approvato il Decreto Sostegni bis