E’ stato pubblicato il bando del Ministero per lo Sviluppo Economico destinato a sostenere la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi e organizzativi delle piccole e medie imprese. In attesa del decreto attuativo che aprirà i termini per la presentazione delle domande presentiamo gli aspetti principali.

BENEFICIARI

Piccole, medie imprese appartenenti al settore manifatturiero, o dei servizi diretti alle imprese manifatturiere e/o nel settore turistico (per le imprese impegnate nella digitalizzazione della fruizione dei beni culturali) e/o nel settore del commercio.

Le imprese devono avere un fatturato superiore a 100.000 € e almeno 2 bilanci approvati e depositati.

INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili progetti diretti alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi mediante l’implementazione di tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0 (advanced manufacturing solutions, addittive manufacturing, realtà aumentata, simulation, integrazione orizzontale e verticale, industrial internet, cloud, cybersecurity, big data e analytics) e/o tecnologie relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera, finalizzate:

1) all’ottimizzazione della gestione della catena di distribuzione e con i diversi attori;

2) al software;

3) a soluzioni per la logistica con elevate caratteristiche di integrazione;

4) ad altre tecnologie: e-commerce, sistemi di pagamento mobile, fintech, electronic data interchange-EDI, geolocalizzazione, in-store customer experience, system integration applicata all’automazione dei processi, blockchain, intelligenza artificiale, internet of things.

I progetti devono essere compresi tra € 50.000,00 e € 500.000,00, essere avviati dopo la presentazione della domanda di contributo e prevedere una durata non superiore a 18 mesi.

SPESE AMMISSIBILI

Per progetti di innovazione di processo o di innovazione dell’organizzazione le spese ammissibili sono:

  • Personale dipendente (secondo un costo standard);
  • Strumenti e attrezzature;
  • Consulenze, licenze, brevetti, know how.

Per i progetti di investimento le spese ammissibili sono:

  • macchinari, impianti e attrezzature tecnologicamente avanzate;
  • consulenza specialistica (massimo 10% dei costi complessivi);
  • programmi informatici in cloud.

MISURA DELL’AGEVOLAZIONE

Il Contributo, erogato secondo le regole del “de minimis”, è così suddiviso:

  • 10% a fondo perduto
  • 40% finanziamento agevolato a tasso zero, da restituire entro 7 anni.

 

IN ARRIVO IL CONTRIBUTO PER DIGITAL TRANSFORMATION 4.0